Capitolato di Vendita-Appartamenti in Vendita Borgo di Cadimare

Capitolato di Vendita

 
                             Capitolato Descrittivo delle Opere (Allegato ai Compromessi di Vendita)

Capitolo 1
Premessa Generale

 
Per tutti i lavori necessari, atti a dare l'opera compiuta, si intende sempre comprensivo tutto ciò che, pur non essendo specificato, risulta necessario secondo le buone regole dell'arte, a dare le opere o le forniture finite, funzionanti e idonee all'uso cui sono destinate.
I progetti saranno sviluppati nell’osservanza delle vigenti norme, leggi e regolamenti ed il benestare della Direzione Lavori.
La Direzione Lavori potrà, in sede di campionatura, scegliere altri tipi equivalenti a quelli indicati nella descrizione per qualità e costo.


 
 ART.1) DESCRIZIONE DELLE OPERE
  • ALTEZZA DEI PIANI
L'altezza libera dei piani dovrà essere quella risultante dagli elaborati grafici di progetto e cioè:

- ml. 3,15 per il secondo livello sotto strada; - ml. 2,70/2,75 per il primo piano sotto strada;
- ml. 3,00/3,10 per il piano terra (livello strada);
- ml. 2,55/2,85 (h gronda) e ml. 3,20/3,40 (h. colmo) per il primo piano.

Con il consenso o dietro indicazione della DD.LL. si potranno avere in certi ambienti (wc, ingressi, ripostigli) altezze inferiori a ml. 2,70, ma sempre comunque superiori o uguali a ml. 2,40.
 
  • OPERE DI SBANCAMENTO
Saranno realizzate all’interno dell’area di cantiere e consisteranno in uno scavo di splateamento per la realizzazione di una scala esterna di accesso all’Unità Immobiliare posta al piano secondo sotto strada e scavi a sezione ristretta sino alle quote indicate negli elaborati grafici progettuali, per la formazione della platea al piano primo sottostrada. I materiali di risulta dovranno essere trasportati alla discarica autorizzata.
 
  •  OPERE STRUTTURALI
Saranno previste opere strutturali in struttura mista, in c.a. e acciaio, realizzate in opera. I sovraccarichi accidentali verranno assunti come segue:
- per scale e balconi                           500 Kg/mq
- per solai piani di abitazione            250 Kg/mq
dovranno comunque rispondere a quanto indicato sui disegni esecutivi e secondo quanto previsto dalle Norme UNI 10011-10012 , salvo diversa specifica.
 
  • STRUTTURE MURARIE
 -   Murature perimetrali e di tamponamento sono in parte esistenti in pietra intonacata e in parte sarà realizzata in blocchi di laterizio; 
 -   Murature divisorie tra alloggi saranno a cassa vuota e formate da:
    •    Paramenti in mattoni forati di laterizio da cm. 25x25x8, mattone forato doppio UNI da cm. 12 di spessore;
    •    Intercapedine con interposta lastra in fibra minerale feldspatica da cm. 6 di spessore, densità 70 kg/mc;
 -   Murature di divisione tra ambienti di abitazione saranno formate da:
    •    Tavolato in mattoni forati di laterizio da cm 25x25x8;

N.B. In alternativa alle specifiche indicate in precedenza, per la muratura di tamponamento la Direzione Lavori valuterà la convenienza tecnica di utilizzare in variante delle murature diverse da quelle di cui sopra, riportanti però caratteristiche tecniche superiori.
 
  • IMPERMEABILIZZAZIONI E COIBENZE
 IMPERMEABILIZZAZIONI
 -    Impermeabilizzazione 
Saranno eseguite con la formazione in opera di guaine elastiche a base di resine viniliche tipo “Zetaflex”, armate con feltro e poste con gli spessori e le prescrizioni indicate dalla Casa costruttrice.
 COIBENZA ACUSTICA
 -    Coibenza tra gli impalcati
Sotto la pavimentazione di tutti gli alloggi sarà posta in opera una membrana con caratteristiche termiche uguali a quelle del tipo “Nord Silence” o analoga.
COIBENZA TERMICA
Coibenza delle coperture piane praticabili
Sarà realizzata nel seguente modo:
-    lastre in polistirene espanso abbinato a pannello di sughero;
-    doppia membrana “barriera vapore”.
 
  • COPERTURE
Coperture a falda inclinata Le coperture a falda sono state realizzate utilizzando travi in legno di castagno. Sopra l’orditura è stato posto in opera un tavolato di legno di min. cm. 2 di spessore con la faccia a vista piallata e levigata. Il manto di copertura è stato realizzato in tegole di laterizio tipo marsigliese.
 
  • PAVIMENTI
PAVIMENTAZIONI PER INTERNI
A seconda del tipo di locale a cui si fa riferimento, verranno eseguite le seguenti pavimentazioni, salvo diverse scelte operate dai vari committenti, da concordare a parte, o a giudizio della DD.LL.: 
Locali di abitazione: 
Negli ingressi, disimpegni, soggiorni e camere sarà realizzata la pavimentazione a scelta della D.L. tra le seguenti tipologie:
    -    monocottura ceramica        dimensioni cm. 30x30 o 30x40
    -    gres porcellanato        dimensioni cm. 30x30 o 30x40

N.B: in alternativa a quanto previsto, qualora l’acquirente desiderasse finiture di altro tipo, verrà riconosciuto un valore di € 40,00 a mq in fornitura.
PAVIMENTAZIONI CONDOMINIALI ESTERNE

Pavimentazione atrio ingresso al vano scala: 
Saranno realizzati con pavimentazione in gres porcellanato o in marmette in marmo prelucidato.
A discrezione della D.L. potranno essere formati nella pavimentazione dei riquadri decorativi utilizzando materiale con colore diverso.

Pavimentazione coperture piane praticabili, logge, terrazzi e ballatoi:
Sarà realizzata a discrezione della D.L. in cotto toscano antigelivo per esterni nelle dimensioni cm. 18x36.
 
  • RIVESTIMENTI E ZOCCOLINI
RIVESTIMENTI INTERNI
Locali cucina:
Saranno realizzati in piastrelle di ceramica smaltata prima scelta, nei formati cm. 10x10/15x15/20x20 in tinta unita, poste in opera con malta cementizia o incollata soltanto lungo le pareti occupati dagli elettrodomestici sino ad una altezza di ml. 1,60; 
Locali bagno:
I rivestimenti dei locali bagno saranno realizzati in piastrelle di ceramica smaltata prima scelta, nei formati cm. 10x10/15x15/20x20, in tinta unita e saranno posti in opera con malta cementizia o incollate sino ad una altezza di ml. 2,20.

N.B: in alternativa a quanto previsto, qualora l’acquirente desiderasse finiture di altro tipo, verrà riconosciuto un valore di € 20,00 a mq in fornitura.

ZOCCOLINI BATTISCOPA
A seconda della tipologia della pavimentazione interna, saranno posti in opera battiscopa lungo le pareti che potranno essere in: monocottura ceramica, gres porcellanato o legno essenza ramino tinteggiato color iroko/rovere. 
 
  • INTONACI
INTONACI ESTERNI
Tute le pareti esterne del fabbricato sono state rifinite con intonaco a base calce, con spessore non inferiore a cm. 2. 

INTONACI INTERNI
I soffitti come le pareti degli appartamenti, saranno intonacati con malta a base calce e rifiniti ad arenino, spessore cm. 1,5.
Le fasi di posa dovranno tassativamente essere almeno tre:
1.    rinzaffo
2.    intonaco liscio grezzo
3.    finitura ad arenino

Tra una fase e l’altra della lavorazione dovranno essere rispettati i tempi di maturazione del materiale. 
 
  • TINTEGGIATURE
TINTEGGIATURE INTERNE
A)    Gli alloggi
Tutte le pareti ed i soffitti interni degli alloggi saranno tinteggiati in colore chiaro con idropittura tipo traspirante. Saranno poste in opera le mani necessarie a rendere la colorazione delle superfici compatta e senza velature.

B)     Atri e vani scala
Tutte le pareti ed i plafoni degli atri avranno la medesima  coloritura utilizzata per la tinteggiatura esterna (vedi capitolo tinteggiatura esterna).
 
  • SERRAMENTI 
 A) Finestre degli alloggi
Tutte le finestre dei locali di abitazione saranno, a seconda delle indicazioni progettuali, delle seguenti tipologie: ad ante normali, a balcone, a vasistas scorrevoli, ad anta ribalta nei locali bagno. Verranno realizzate in PVC a taglio termico. La superficie vetrata sarà di tipo vetro camera 4-12-4 basso emissivo.
Ogni finestra sarà dotata di persiana tipo alla genovese in alluminio di colore verde.

B) Porte interne
La fornitura delle porte interne degli alloggi sarà a completo onere dell’Appaltatrice e saranno del tipo ad anta singola, del tipo tamburato piano, di spessore complessivo non inferiore a 44 mm, riempimenti con struttura alveolare semiresinata, supporti in pannelli di MDF, con senso di apertura stabilito della D.L. Complete della ferramenta necessaria, chiavi e maniglie.

C) Portoncini caposcala
Ogni appartamento sarà munito di portoncino caposcala con dimensioni indicate negli elaborati progettuali, ad un'anta di tipo blindato, dotati di struttura interna in lamiera di acciaio, telaio e falso telaio in struttura scatolare d'acciaio, serratura di sicurezza di tipo Europeo. 
Il portoncino sarà rifinito esternamente con pannelli di legno laccati del tipo “a cassettone alla genovese”, colore a scelta della DD.LL. con accessori tipo maniglie, spioncino e dispositivo antispiffero. Internamente con pannello a ripresa delle porte in fornitura.
    
F) Casellario corrispondenza
Verrà posto in opera un casellario, all’interno del vano scala, per la corrispondenza in numero sufficiente per ogni unità immobiliare.
 
  • OPERE DA MARMISTA 
Tutti i marmi di rifinitura dei terrazzi, i gradini esterni e tutte le opere di finitura delle pavimentazioni nonché le soglie delle porte finestre per l’accesso ai balconi, come anche i davanzali interni delle finestre, saranno rivestiti in pietra di ardesia.
 
  • OPERE DA FABBRO
Le ringhiere parapetto, nonché i corrimani all’interno dei vani scala, saranno realizzate in carpenteria metallica utilizzando paletti in ferro battuto tipo “alla marinara” secondo i particolari costruttivi che saranno forniti dalla D.L.
 
  • LOCALE CONTATORI
Sarà predisposto un opportuno locale tecnico concordato con gli enti erogatori.
 
  • CANALIZZAZIONI: FOGNATURE E CANNE DI ESALAZIONE
ACQUE NERE
Le colonne delle acque nere raccoglieranno gli scarichi dei vasi W.C. nonchè degli apparecchi igenico-sanitari. 
Saranno costituite da tubi "GEBERIT" saldati a caldo tipo “Silent” per prestazioni fonoassorbenti di 13 dB per acque calde del diametro esterno di cm 12,50 dello spessore di mm 4 posti in opera con i necessari collari di sostegno e raccorderie varie.

CANNE ED ESALATORI
I servizi igienici privi di aerazione diretta dall'esterno, saranno i forniti di estrattori elettrici della potenzialità di 80 mc/h (e comunque con un minimo di 5 ricambi ogni ora), completi di temporizzatore.

 
  • IMPIANTO DI RISCALDAMENTO e DI RAFFRESCAMENTO
    Gli impianti previsti saranno del tipo autonomo e saranno costituiti dalle seguenti apparecchiature e materiali:
Impianti di riscaldamento/climatizzazione con unità a pompa di calore: conformemente ai grafici di progetto tutti gli alloggi dovranno essere dotati di impianti autonomi a pompa di calore della Panasonic che verranno dimensionati sulla cubatura di ogni stanza.
Corpi scaldanti: nei locali bagno saranno posti in opera radiatori scaldasalviette.
Isolamento tubazioni: sarà eseguito con guaina coibente flessibile del tipo a cellula chiusa in polietilene espanso avente spessore conforme al Regolamento di esecuzione della Legge 10.
Acqua calda sanitaria (ACS): boiler elettrico modello velis che verrà dimensionato sul fabbisogno dell’appartamento
 
  • IMPIANTO IDRICO-SANITARIO
Caratteristiche generali
Gli impianti idrico sanitari, avranno origine dai punti di consegna dell'ente erogatore e verranno eseguiti con tubo in polipropilene (solo tratti interrati) o zincato ss (colonne montanti) a seconda dei casi, completo di raccorderia, pezzi speciali e quant'altro necessario.
 
Impianti idrici e sanitari, cucine e bagni
In ogni bagno principale, bagno di servizio ed in cucina si dovrà prevedere un rubinetto di intercettazione da incasso a parete sia sull’acqua calda che sull’acqua fredda.
    All’interno degli alloggi saranno installati apparecchi igienico sanitari in porcellana bianca come sotto descritti.
    Cucine        
        Predisposizione per l’installazione di lavello comprendente:
    -    attacchi per l’acqua calda e fredda;
    -    scarico speciale rinforzato.
            Predisposizione per l’installazione di lavastoviglie e di lavatrice comprendente:
    -    attacchi per l’acqua fredda;
    -    scarico speciale rinforzato e incassato a parete e dotato di sifone;
    Bagni    
-    Vaso a sedere con scarico a pavimento, Bidet e Lavabo con colonna in porcellana mod. Grace della ditta “Globo”;
-    Piatto doccia modello “docciaviva” della “Globo” 
-    Rubinetteria F.lli Frattini serie “Mocca”
-    Un Rubinetto acqua fredda con portagomma per le superfici esterne di proprietà privata.

 
  • IMPIANTO ELETTRICO, TELEVISIVO E TELEFONICO
IMPIANTI ELETTRICI

Caratteristiche generali
Gli impianti da eseguire negli edifici oggetto dell'appalto dovranno essere eseguiti in conformità a quanto stabilito dalle vigenti normative C.E.I. (Comitato Elettrotecnico Italiano), alle raccomandazioni dell'ISPESL e degli altri Enti distributori competenti.

Circuiti di corrente luce ed elettrodomestica negli alloggi
    I frutti saranno della ditta B-TICINO serie LIVING INTERNATIONAL o LIGHT con scatola da incasso in plastica.
    In particolare le utenze relative agli alloggi di seguito elencate saranno ubicate ed installate come da schemi di progetto e indicativamente        così elencate:
Cucina:        
    -N°1 Allacciamento Cappa Aspirante;
    -N°1 Punto luce interrotto a soffitto
    -N°1 Punto luce interrotto a parete
    -N°1 Presa 2*10A+T
    -N°1 Presa 2*10/16A+T+F+I
    -N°1 Presa 2*10/16A+T
    -N°2 Prese 2*10/16A+T(3 Frutti)
    -N°2 Prese 2*16A+T+F(Tipo Schuko)
    -N°1 Presa 2*16A+T+I.A.M  IP 55 (Alimentazione Lavastoviglie)
    -N° 1 Presa Televisiva
Soggiorno:    
    -N°3 Punti luce invertiti (uno per 2 centri a soffitto, uno per 2 applique uno per 1 applique)
    -N°1 Punto luce interrotto (luce esterna)
    -N°5 Prese 2*10A+T
    -N°2 Prese 2*10/16A
    -N°1 Presa Televisiva
    -N°1 Presa Telefonica
Camera Mat.:    
    -N°1 Punto luce invertito 
    -N°2 Prese 2*10A+T
    -N°2 Prese 2*10/16A+T
    -N°1 Presa Televisiva
    -N°1 Presa Telefonica
Camera doppia:    
    -Come sopra
Bagni:    
    -N°1 Punto luce interrotto
    -N° 1 Punto luce a parete
    -N° 1 Collegamento equipotenziale 
    -N° 1 Presa 2*10/16A+T
    -N° 1 Presa 2*10A per aspiratore (ove ci sia bagno cieco)
    -N° 1 Aspiratore


N.B.: Si precisa che oltre all’elenco sopradescritto si dovrà tenere conto di quanto previsto negli elaborati grafici progettuali.

-    Realizzazione e distribuzione di impianto di terra ai singoli appartamenti e alle utenze condominiali. 
-    Realizzazione di impianto citofonico digitale a 7 interni (marca Bticino o Vimar Elvox) completo di alimentatore, pulsantiera esterna a 7 chiamate, 1 cornetto citofonico a appartamento. 
-    Realizzazione di impianto wireless centralizzato completo di switch PoE e access point di potenza in quantità necessaria alla perfetta ricezione del segnale in tutto il complesso (indicativamente 1 a piano). Si intende escluso il modem router, da fornirsi a Vs. cura in base alle Vs. esigenze di telefonia. 
-    Realizzazione di impianto TV terrestre e satellitare centralizzato completo di palo rinforzato, kit di fissaggio, antenne di canale, antenna parabolica, amplificatori e distribuzione con 2 punti TV e 2 punti SAT a appartamento. 
-    Fornitura e installazione nel vano contatori di centralini contenenti le protezioni per le colonne montanti dei singoli appartamenti.